di Alessio Marconi

Un mondo prospero, stabile, in cui la libera iniziativa individuale è motore del benessere sociale e ognuno ha la possibilità di affermarsi. Così hanno descritto per decenni il capitalismo, raccontandoci che era il migliore dei sistemi possibili.
Oggi nessuno può più sostenere questa idea. Di questo “migliore dei sistemi possibili” i giovani hanno visto solo crisi, guerre, austerità. Non c’è da stupirsi se insieme al sistema va in crisi l’apparato ideologico che lo sostiene, con il suo seguito di grandi economisti, statisti, intellettuali e giornalisti.
Crollati questi punti di riferimento, una larga fascia di giovani cerca degli strumenti alternativi per comprendere davvero il mondo che ci circonda. È per rispondere a questa necessità che lanciamo in tutta Italia da questo mese i Gruppi di studio marxista.
Infatti proprio il marxismo, dichiarato morto un numero indefinito di volte, dimostra oggi di essere l’unica teoria che è stata in grado di prevedere l’attuale crisi economica e le sue conseguenze sociali e politiche. L’ha potuto fare perché è una teoria che penetra in profondità i processi che ci circondano, da quelli naturali a quelli economici, sociali e politici, e li comprende in modo organico.
Nonostante dimostri quotidianamente la propria correttezza, il marxismo viene censurato o distorto dai canali ufficiali, compresi quelli accademici. Noi vogliamo invece riportarlo al centro dell’attenzione. Studieremo insieme le basi della teoria marxista, anche con gruppi di lettura di testi classici come Il Manifesto del Partito comunista, Stato e Rivoluzione, Salario, prezzo e profitto. Discuteremo delle più significative esperienze storiche, come la Rivoluzione russa del 1917, la degenerazione stalinista, o la Resistenza in Italia, analizzando come si sono sviluppati e che lezioni ci possono dare. Discuteremo dei più importanti avvenimenti di attualità, come l’esplosione delle lotte in Francia o il fenomeno Sanders negli Usa, e dei nodi cruciali di questi anni, come la destabilizzazione del Medio Oriente, le basi economiche della crisi, il cambiamento climatico (e i disastri ambientali) o lo sviluppo della famiglia nella società umana.
Ci confronteremo, quindi, su quale alternativa al capitalismo si possa raggiungere concretamente. Per noi la teoria, infatti, non è un orpello per qualche discussione accademica, ma una guida vitale per l’azione. Vogliamo comprendere il mondo, per trasformarlo.
I Gruppi di studio marxista si riuniscono in diverse città da Nord a Sud, per consultare il calendario clicca qui
 

Sinistra Classe Rivoluzione, sezione italiana della Tendenza marxista internazionale, è un movimento politico presente in tutto il paese con militanti attivi nel movimento operaio e giovanile e si rivolge a tutti quei lavoratori e giovani che sono in cerca di un'alternativa rivoluzionaria al sistema capitalista, un sistema che ha da tempo esaurito il suo ruolo progressista per l'umanità e sta anzi gettando la società in uno stato di barbarie sempre più profonda.

Il nostro lavoro militante si avvale in primo luogo delle idee del marxismo elaborate da Marx, Engels, Lenin, Trotskij e sviluppate dal marxista britannico Ted Grant e dalla Tendenza marxista internazionale, ma anche di due strumenti pratici, "organizzatori collettivi" della nostra militanza: Rivoluzione, un quindicinale (legato al sito rivoluzione.red) che ci permette di intervenire tempestivamente nelle lotte e nei luoghi di studio e di lavoro dove queste nascono, e Falcemartello, una rivista quadrimestrale con la quale approfondiamo da un punto di vista marxista le grandi questioni che riguardano la storia, la filosofia, la scienza, l’arte, e analizziamo gli avvenimenti e i profondi cambiamenti che attraversano la società attuale, dalle sue basi economiche fino alle espressioni sociali e politiche, ricorrendo alle armi teoriche messe a disposizione dal marxismo. Con questo sito, marxismo.net, vogliamo arricchire ancora di più l’offerta di testi, classici ma non solo, utili per questo scopo.

 

Ecco il calendario dei Gruppi di studio marxista!

Leggi tutto: Calendario Gruppi di Studio Marxista

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Telefono: 02-66107298

Fax: 02-66106626

 

Cos’è la Tendenza marxista internazionale

La Tendenza marxista internazionale si basa sulle idee sviluppate da Marx, Engels, Lenin e Trotskij.

Il crollo dello stalinismo alla fine degli anni ottanta rallegrò i capitalisti di tutto il mondo. Il socialismo e il comunismo furono dichiarati morti e sepolti. Si prospettava, nelle loro parole, una nuova era di pace e prosperità sotto il controllo attento dell’imperialismo degli Usa. Alcuni “intellettuali” parlarono addirittura di fine della storia, mentre i dirigenti riformisti del movimento operaio si spostavano sempre più a destra e le idee del marxismo erano calunniate e vilipese.

In quegli anni, Ted Grant, un teorico marxista attivo nel movimento rivoluzionario fin dagli anni trenta, fondatore della Tmi, spiegò che il crollo dell’Unione sovietica sarebbe stato solo il preludio alla più grande crisi economica e sociale nella storia del capitalismo.

Con l’avvento della crisi del 2008, l’analisi di Ted Grant e della Tmi si sono rivelate totalmente corrette. Chi può oggi seriamente mettere in dubbio che il capitalismo significa diseguaglianza e polarizzazione estreme, con un aumento della ricchezza detenuta da un pugno di persone e con la crescita della miseria, della disoccupazione, dei tagli e dell’austerità per la stragrande maggioranza della popolazione? 85 miliardari sono più ricchi di tre miliardi di abitanti del pianeta

Viviamo in un’epoca di guerre, rivoluzioni e controrivoluzioni: la crisi capitalista ha destabilizzato l’intero pianeta ed ogni misura portata avanti dalla classe dominante per ristabilire il vecchio equilibrio economico non fa altro che aggravare l’instabilità politica e sociale.

Le condizioni oggettive per il socialismo esistono: la tecnologia, le capacità produttive, le conoscenze scientifiche e le materie prime sono a disposizione per una riorganizzazione radicale della società, dove la fame, l’analfabetismo e la povertà potrebbero essere cancellate dalla Terra.

La classe lavoratrice rappresenta la maggioranza della popolazione mondiale e sta disperatamente cercando una via d’uscita dall’impasse del sistema. Dall’inizio della crisi ad oggi, ci sono state manifestazioni di massa, scioperi generali, fino a vere e proprie rivoluzioni in decine di paesi del mondo. Tuttavia, la disponibilità alla lotta non è sufficiente per l’affermazione del socialismo. Come spiegava Lev Trotskij, quello che manca è una direzione rivoluzionaria, che non si può improvvisare una volta che scoppia la rivoluzione.

La Tendenza marxista internazionale sta cercando di costruire, con pazienza e costanza, questa direzione.

In primo luogo attraverso la difesa della teoria marxista, che è la guida indispensabile per l’azione. Come spiegò infatti Marx, interpretare ciò che succede nel mondo non è sufficiente, il punto, nell’epoca moderna è cambiarlo. Dagli Stati uniti alla Grecia, dal Venezuela alla Gran Bretagna, dal Pakistan all’Italia, la Tendenza marxista internazionale conta oggi più di venti sezioni ufficiali e in altre decine di paesi nel mondo ci sono gruppi di suoi sostenitori.

Il marxismo infatti, o ha un carattere internazionalista o non può semplicemente esistere. E un internazionale è innanzitutto idee, metodi, prospettive e tradizioni. Dopo anni in cui il compito dei marxisti è stato quello di preservare questo patrimonio storico, ora più che mai è arrivato il momento di costruire. Il sito marxist.com, letto ogni giorno da decine di migliaia di persone in tutto il mondo, ha rappresentato e rappresenta uno strumento prezioso per la divulgazione del marxismo e la riorganizzazione delle forze rivoluzionarie.

Il capitalismo e le sue istituzioni sono screditate e non hanno più nulla da offrire ai giovani e ai lavoratori. Siamo ad un punto di svolta nella storia. Un mondo migliore è possibile, ma solo se non ci sediamo alla finestra ad osservare come commentatori e ci organizziamo e lottiamo.

Aderisci alla Tendenza marxista internazionale e alla sua sezione italiana, Sinistra Classe Rivoluzione!

Sito di Sinistra Classe Rivoluzione, insieme a Rivoluzione.red. Marxismo.net, oltre ad accogliere i testi della rivista Falcemartello, propone approfondimenti su questioni di teoria marxista, mette a disposizione testi classici, offre un'analisi dei principali avvenimenti della nostra epoca sulla base delle armi teoriche del marxismo.

In difesa dell'Ottobre

 

Gruppi di studio marxista

arte e rivoluzione

Teoria e prassi

La nuova epoca

Terremoto BREXIT

Domenica, 09 Ottobre 2016 07:01

i nostri libri

Chi siamo

 

 

 

Ecco il nuovo sito marxismo.net! Accanto a rivoluzione.red, legato al quindicinale Rivoluzione, Sinistra Classe Rivoluzione si è dotata di un secondo sito, rinnovando il vecchio dominio marxismo.net. Il nuovo marxismo.net, oltre ad accogliere i testi della rivista Falcemartello, approfondirà questioni di teoria marxista, metterà a disposizione testi classici ma offrirà anche un'analisi dei principali avvenimenti della nostra epoca sulla base delle armi teoriche del marxismo.

il vecchio sito di FalceMartello

Contatti

mail: redazione@marxismo.net

Iscriviti alla Newsletter

Showcases

Background Image

Header Color

:

Content Color

: