Ripubblichiamo questo articolo di Alessandro Giardiello scritto per il centenario della nascita del bolscevismo • Ormai un secolo fa (17 luglio 1903) si teneva in esilio il 2° congresso del Partito socialdemocratico russo (Posdr). Un congresso tormentato che iniziò i lavori a Bruxelles per concluderli a Londra, nel tentativo di sfuggire alle persecuzioni poliziesche. Al congresso, a cui presero parte una cinquantina di delegati, si produsse una separazione imprevista alla vigilia tra i bolscevichi (maggioranza in lingua russa) di Lenin e i menscevichi (minoranza) di Martov che ebbe grandi ripercussioni in Russia e a livello internazionale. Nasceva il bolscevismo, che nell’Ottobre del ‘17 avrebbe guidato i lavoratori russi alla presa del potere.

Leggi tutto: 1903: la nascita del bolscevismo

di Alan Woods • La Prima guerra mondiale si stava rivelando una catastrofe per la Russia. Dal fronte giungevano notizie di una sconfitta dopo l’altra. Il crollo dell’economia provocava carenze di pane. Folle di donne affamate e disperate facevano la coda davanti ai forni in attesa di pane che non sarebbe arrivato. Ma tra gli strati superiori della società russa le cose andavano molto diversamente.

Leggi tutto: La rivoluzione di febbraio del 1917 - L'assalto al cielo

di Francesco Giliani • I mezzi di comunicazione della classe dominante non stanno perdendo tempo. Siamo da soli due mesi nell’anno del centenario della rivoluzione russa ed è già tiro al bersaglio. Lenin è al centro degli attacchi, di frequente vere e proprie calunnie volte a diffamare, oggi, la sua figura di rivoluzionario centrale del XX secolo.

Leggi tutto: Chi ha paura della rivoluzione d’Ottobre? Processo a Canfora e a Romano (Lenin assolto)

di Serena Capodicasa • Il 15 gennaio 1919 l’assassinio di Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht decapitava il movimento operaio tedesco dei suoi due principali dirigenti rivoluzionari. Era la scure della controrivoluzione che si abbatteva sul tentativo insurrezionale con cui il neonato Partito comunista tentava di evitare che il destino della rivoluzione tedesca scivolasse via dalle mani delle masse operaie.

Leggi tutto: Rivoluzione in Germania 1918-19

di Alan Woods • "La Prima guerra mondiale si stava rivelando una catastrofe per la Russia. Dal fronte giungevano notizie di una sconfitta dopo l’altra. Il crollo dell’economia provocava carenze di pane. Folle di donne affamate e disperate facevano la coda davanti ai forni in attesa di pane che non sarebbe arrivato. Ma tra gli strati superiori della società russa le cose andavano molto diversamente".

Leggi tutto: La rivoluzione di febbraio del 1917 - L'assalto al cielo

di Pierre Broué • Nella sua prefazione ai Saggi sulla Romania firmati da Rakovsky e lui stesso, pubblicati a Mosca, Trotsky ricordava: "Il destino storico di Rakovsky, Bulgaro di origine, Francese e Russo per la sua formazione politica generale, cittadino rumeno per il passaporto, più di una volta cacciato dalla Romania per la sua intransigente attività rivoluzionaria, fu di divenire capo del governo sovietico dell’Ucraina”.

Leggi tutto: Rakovsky, comandante militare in Ucraina

In difesa dell'Ottobre

 

Gruppi di studio marxista

arte e rivoluzione

Teoria e prassi

La nuova epoca

Terremoto BREXIT

Domenica, 09 Ottobre 2016 07:01

i nostri libri

Chi siamo

 

 

 

Ecco il nuovo sito marxismo.net! Accanto a rivoluzione.red, legato al quindicinale Rivoluzione, Sinistra Classe Rivoluzione si è dotata di un secondo sito, rinnovando il vecchio dominio marxismo.net. Il nuovo marxismo.net, oltre ad accogliere i testi della rivista Falcemartello, approfondirà questioni di teoria marxista, metterà a disposizione testi classici ma offrirà anche un'analisi dei principali avvenimenti della nostra epoca sulla base delle armi teoriche del marxismo.

il vecchio sito di FalceMartello

Contatti

mail: redazione@marxismo.net

Iscriviti alla Newsletter

Showcases

Background Image

Header Color

:

Content Color

: